Via Buffolara 57 43100 Parma - tel.e fax 0521-942668 - admin@assotoelettatori.it www.assotoelettatori.it Gennaio - Marzo 2014 n°4
La Toelettaura del Kerry Blue Terrier Scarica articolo in pdf
di Lehmann Umberto

Dopo l'introduzione alla razza di Valentina Palumbo continua l'approfondimento sulla toelettatura di questa splendida razza.

Il Kerry Blue, di origine irlandese, raccoglie tutte le qualità della grande famiglia dei Terrier risultando estremamente versatile nei suoi impieghi. Pugnace, robusto, agile, attento, coraggioso, leale e affettuoso può intatti essere utilizzato come guardiano di prima classe, come cane sportivo, anche se essenzialmente lo ritroviamo come cane da compagnia grazie anche alla sua disponibilità nei confronti dei bambini. Forse l'unica nota negativa è data dalla sua propensione ad azzuffarsi con altri cani. Il tipico Kerry Blue deve essere imponente, raccolto e ben proporzionato mostrando un corpo ben sviluppato e muscoloso. il colore del mantello comprende tutte le tonalità di blu, con o senza sfumature nere. Viene ammessa dallo standard un'ombra di rossiccia nei cuccioli che fino ai 18 mesi possono avere anche una tinta un po' più scura. Non viene penalizzata una piccola macchia bianca sul petto. La testa deve essere ben bilanciata, lunga, proporzionata al corpo, con poco stop e piatta sul cranio. Il muso e la mascella sono richiesti molto forti, profonde e con buona presa; il tartufo nero e le narici devono avere giuste proporzioni. I piedi devono essere rotondi, piccoli con unghie nere. il peso medio di un maschio va dai 15 ai 16,8 Kg., le femmine proporzionalmente più leggere. E' una razza che richiede molto movimento. Le origini del Kerry Blue si trovano fra i monti Kerry che si estendono nel sud-ovest dell'Irlanda. Pare che fra i suoi avi ci siano il Bedlington e forse anche il Bull Terrier, anche se sembra più probabile l'intervento dell'lrish Terrier che gli ha trasmesso le doti migliori. Venne utilizzato dall'esercito inglese durante la Seconda Guerra Mondiale in molteplici impieghi ed è stato, insieme al trifoglio, il simbolo della nazione irlandese.
LA TOELETTATURA a cura di Umberto Lehmann
Fondamentalmente la toelettatura del Kerrv Blue commerciale e da esposizione è la stessa. La toelettatura da esposizione è eseguita a forbice, per quella commerciale si può usare una combinazione di tosatrice e forbice, per ottenere una toelettatura più veloce e pratica.
ATTREZZATURA NECESSARIA PER UNA CORRETTA TOELETTATURA
Tosatrice Oster, testine: 10, 8, 5,7; pettine a denti larghi, pettine a denti medi, forbici diritte, curve, dentate, cardatore.
PRODOTTI PER LA LAVATURA
Shampoo all'ortica, condizionatore volumizzante. Laveremo con molta cura barba e zampe, applicando il condizionatore.
TECNICHE Dl ASCIUGATURA PER FACILITARE LA PIEGA
Dopo il risciacquo assorbiremo l'acqua tamponando il pelo (non strofinando) con un canovaccio. per asciugare in modo naturale il pelo del dorso e dei fianchi, aiutandoci con una pin brush (spazzole con denti metallici diritti) per aprire il pelo in modo da farne asciugare la radice. Vi sono altri toelettatori che preferiscono operare diversa mente: dopo la lavatura asciugano il pelo stirandolo e gonfiandolo, per ridare forma alle onde dopo la toelettatura. Viene usata la seguente tecnica: occorre inumidire con acqua, usando uno spruzzatore, tutto il mantello, poi strofinare con una spugna umida tutto il corpo escludendo le zampe e il muso seguendo il verso del pelo. Questa procedura ripetuta due o più volte darà origine al classico mantello ondulato del Kerry Blue Terrier. Ritengo che usare questa tecnica comporti una grande preparazione professionale, perchè tagliare un pelo ondulato è molto difficile. Occorre dosare la lunghezza tenendo conto che dopo il pelo verrà arricciato Credo sia fondamentale avere in testa la silhouette finale per poter eseguire un buon lavoro.
TOSATURA DELLA TESTA
Usate una testina del 8, 5 o del 10 seguendo la direzione del pelo sulla porzione di gola e di guance che va dalla commessura labiale all'osso del petto e dalla base delle orecchie a formare una V. Raseremo il cranio (parte alta della testa) nel verso del pelo partendo da 1 cm. sòpra l'osso sopracciliare fino alla piega dell'orecchio. Non rasate fino all'osso occipitale, allargherebbe la visione della testa. Dall'angolo dell'occhio a quello della bocca alzate quindi la parte superiore della bocca e tosate circa 1 cm. dietro la commessura labiale conferendo così slancio alla testa. Ai lati del collo troveremo la riga di pelo contraria che ci fornisce il riferimento per la zona del collo da tosare. Fermatevi in quel punto.
TORACE
Sopra la grassella tagliate da dietro l'ultima costola legger-mente nella zona lombare per segnare il punto vita in un modo non molto evidente visto dall'al-to. Definite la linea inferiore par-tendo dalla grassella proseguen-do orizzontalmente fino al gomi-to. Conferite una leggera curva-tura in questa zona pettinando il pelo in alto verso l'esterno e tagliate all'attaccatura delle co-stole. Contrariamente alla spalla la linea del torace dietro il gomito non deve essere piatta.
ZAMPE ANTERIORI E SPALLE
Tagliare il pelo corto sulle spalle e proseguire verso l'esterno delle zampe con una linea verticale piatta. Per definire la linea ester-na delle zampe angolare leggermente la forbice verso il gomito. Con la zampa in posizione per-pendicolare al piano tagliate l'in-terno seguendo una linea piatta verticale, angolando la forbice verso la parte esterna della zampa posteriore corrisponden-te. Tagliate molto corto verso le unghie, così facendo completerete la linea perpendicolare tipica del terrier. Tagliate la parte fron-tale delle gambe seguendo una linea diritta e piatta partendo dal petto. il pelo nella zona centrale della gamba dovrà essere lascia-to più lungo rispetto alla parte alta e a quello del piede al fine di conferire una linea dritta. Lasciate una V di pelo tra le gambe anteriori
PETTO
Tagliate molto corta la parte centrale amalgamando il pelo con la zona rasata del collo. La parte frontale del cane dal petto alla punta delle dita deve ap-parire con una linea dritta.
COLLO
Assottigliato verso la testa diventa più largo verso il garrese. Questa è una parte molto importante della toelettatura poichè questa zona conferisce l'aspetto tipico dell'eleganza della razza. Tenete la testa alta e dritta arcando il collo, partite dal centro del cranio e cominciate a tagliare scendendo sul lato del collo con un'angolazione di circa 45°. Dovrà apparire naturale e solido, non dovrà rimanere una criniera fluttuante. Guardando il cane dall'alto il collo si inserisce esattamente al di là del garrese da un lato, congiungendo la testa dall'altro.
TESTA
Pettinare il ciuffo in avanti, tenendo le forbici parallele al cranio tagliare a filo dell'occhio per circa i cm., 1,5 cm. Questa linea deve collegarsi al ciuffo dall'esterno, senza gradini. Pettinando in avanti sulla canna nasale il ciuffo usate la forbice sfoltitrice per rendere il pelo piatto che non ostruisca la vista del cane. Proseguite nello stesso modo fino alla punta del naso. Rifinite poi dall'angolo dell'occhio fino all'angolo della bocca chiusa con la parte rasata della testa. La testa deve essere rettangolare. Nel caso il ciuffo sporgesse troppo dal naso non preoccupatevi, servirà a rafforzare l'aspetto rettangolare. Non accorciate mai la lunghezza della testa.
TOSATURA DELLE ORECCHIE
Rasate su ambo i lati con una 10 a pelo. Ci fermeremo all'attaccatura. Con le forbici rifinite i bordi seguendo il senso del pelo.
TOSATURA DELLA ZONA PELVICA (STOMACO)
Rasate fino all'ombelico
PIEDI
Pulite gli spazi iterdigitali con la tosatrice. Usando le forbici per il contorno che deve essere quadrato e non rotondo.
TOSATURA DELLA ZONA PERIANALE E GENITALE
Rasate intorno all'ano e 2 o 3 cm. Della coda che lo ricopre. Rasate sotto l'ano per la larghezza della testina. Proseguite sui genitali e l'interno coscia per circa 4 cm.
TOSATURA CON LE FORBICI
TOP LINE
Cominciate delineando una linea piatta del posteriore. Partite appena sopra le ossa dell'anca ed arrivate fino alla prima costola, questa parte è corta: 1 o 2 cm. circa.
CODA
Amalgamare il pelo dalla rasatura alla parte più lunga; tagliare più pelo possibile dal retro e lasciare pelo più lungo sulla parte frontale e assottigliare verso la punta. Tenere la coda ritta e amalgamare con il pelo del posteriore per slanciarla verso l'alto. Accorciare troppo il pelo in questo punto darebbe l'impressione di una attaccatura troppo bassa.
ZAMPE POSTERIORI
Partendo dal punto più basso della zona tosata fino al garretto nella parte posteriore della gamba amalgamare la zona tosata del posteriore della gamba con il pelo più lungo dell'interno coscia. Potrete usare forbici curve per modellare I'esterno del garretto che avra il pelo piu lungo per evidenziare l'angolazione. Userete ancora le stesse forbici per aiutarvi a donare alla coscia quella curva che le impedirà di essere piatta, e darà l'impressione anche nelle dimensioni di potenza e armonia. Taglieremo anche sulla grassella spingendo in avanti e alzando la zampa, lasciate il pelo più lungo sulla parte anteriore e laterale. Spostare in avanti l'attaccatura della coscia alla grassella farà sì che il nostro cane sembri più corto.
TOELETTATURA COMMERCIALE
Per ottenere una toelettatura più veloce e pratica per i soggetti di Kerry Blue non da esposizione. Con un rialzo da 2 cm. passeremo il corpo, le rasatura verranno eseguite con le stesse testina della toelettatura espositiva. e con la forbice amalgameremo le zone rasate con quelle con il pelo più lungo. Useremo un rialzo più basso sul posteriore per evidenziare l'angolazione e sul petto per accorciare il più possibile il soggetto. Ricordate di lasciare una coltre di pelo più lungo sulla parte dorsale del collo e nell'area del petto.la radice. Con un cardatore spazzoleremo invece zampe e muso. Una volta asciutto il mantello verrà pettinato a verso del pelo e posto in posizione naturale


Umberto Lehmann
Sommario :
Contro l'abusivismo pag. 1
Le delegazioni Regionali A.P.T. pag. 2
La lettera ai Veterinari 2013 pag. 3
La Toelettatura del Kerry Blue Terrier pag. 4
La Toelettatura in Croazia pag. 5
La Toelettatura Creativa : le origini pag. 6
Lo Stripping (questo sconosciuto) : Introduzione pag. 7
Stage A.P.T. :
Programma 104° Stage A.P.T Calenzano (FI) pag. 8
Programma Stage formativo A.P.T - CAMON - ROYAL CANIN Perugia pag. 9
Eventi di Toelettatura :
Milangroom 2014 16° edizione pag. 10
Selezione Team Italiano per Mondiale 2015 pag. 11
For4Four 2°Edizione pag. 12
Star Grooming Awards 2013 risultati e foto pag. 13
Pills :
Brevi da A.P.T. pag. 14
Modulo delega per l'assemblea Soci pag. 15
Perchè iscriversi ad A.P.T. pag. 16
Modulo per iscrizione ad A.P.T. pag. 17


- 4 -