Via Buffolara 57 43100 Parma - tel.e fax 0521-942668 - admin@assotoelettatori.it www.assotoelettatori.it Luglio - Agosto 2013 n°1
La Toelettatura commerciale del Barbone stile Moderna Scarica articolo in pdf
di Paola Acco

Paola Acco Effettueremo la toelettatura alla moderna aiutandoci con la tosatrice sul corpo; normalmente questa linea dovrebbe essere effettuata interamente a forbice. La tosatrice vi sarà d’aiuto nel lavoro commerciale del negozio, per ridurre i tempi di lavorazione. Nel caso ci siano nodi, è necessario snodare il pelo prima del bagno, spazzolando nel senso del pelo e non contropelo, con un cardatore morbido per non spezzare il pelo. Si procede al lavaggio del barbone, usando dello shampoo volumizzante. Nella fase di asciugatura pettinare sia a pelo che contro pelo in modo da stirare e gonfiare il pelo; l’aria del phon è puntata dove si spazzola e non altrove. Prima di iniziale il lavoro della toelettatura, preparare il cane tagliando le unghie, il pelo dei genitali, attorno agli occhi, il sotto dei piedi, si puliscono le orecchie ed infine rispazzolo.
PARTI RASATE A MACCHINA
Con la 30 della Oster oppure con 1 mm. della Aesculap si rasano in contropelo i piedi sino all’altezza del polpastrello centrale partendo dalle unghie; attenzione vicino alle unghie, a non lasciare piccoli ciuffi di pelo. Il muso va rasato interamente, senza lasciare né baffi né barba; si rasa in contropelo con la testina 15 del sistema A5 oppure la misura1 mm del sistema Aesculap, tracciando una linea netta da orecchio ad occhio ed arrivando sino alla punta del naso, si tosa sotto la gola formando una V. N.B.: tendere le labbra in tensione quando si passa la macchina a filo del labbro in modo da toglie eventuali peli che si fermino tra le pieghe delle labbra e sotto ai denti. (fig. 4) Si rasa sempre in contropelo 1/3 della coda, formando una rotondità alla base .
CORPO
Si inizia a toelettare il Barbone dalla parte superiore posteriore del dorso e sulle parti laterali dei fianchi; con una misura variabile della tosatrice, che può andare dalla 25 mm alla 5 mm in funzione della richiesta del cliente, si lavora a favore di pelo, partendo da sotto l’orecchio all’inserimento della spalla e tutto il sotto collo, sfumando, ricordandosi di seguire un movimento leggero e lento. Con i nuove attrezzature attualmente in commercio quali rialzi nelle varie misure, non ci si deve allarmare se la tosatrice lascia un pelo non uniforme, perché successivamente va ripreso con la forbice. Successivamente si tosa dal garrese in direzione delle coda, per poi scendere sui costati per andare a chiudere e pulire bene la grassella, ma lasciando la parte sotto toracica. Si lascia tutto il pelo sulla parte che va dal garrese al sopra della testa, perché successivamente questo pelo servirà per creare la rampa del collo. Come avete sfumato nella parte della gamba davanti, ugualmente dovrete sfumare la gamba dietro tenendo molto leggera la tosatrice.
ROTONDO DEI PIEDI
Dopo aver rasato i piedini, dobbiamo fare l’arrotondamento delle boule a forbice, quindi, pettiniamo tutto il pelo verso il basso e tenendo il piede in mano, si appoggia la forbice sul segno formato con la macchina e con la punta si ruota attorno al piede tagliando il pelo in eccesso. Dobbiamo fare attenzione a non tagliare troppo, perché risulterebbe una gamba ad imbuto e non cilindrica.
TORACE
Sollevando la gamba anteriore, si pettina il pelo del torace e con le forbici si inizia a tagliare in modo da lasciare una lunghezza che andrà fino al gomito. Per fare il petto invece si siede il cane, tenendo il muso si pettina il pelo e si taglia con le forbici tutto il pelo in eccesso che esce dalla linea ipotetica della gambe.
GAMBE ANTERIORI
La direzione della forbice varia in funzione dalla zona da fare. Avendo come punto di riferimento la parte rasata a macchina a livello delle spalle, con la forbice dritta tagliamo il gradino che si è formato, tenendo la direzione delle punte delle forbici verso l’alto, tagliando paralleli senza formare delle rientranze (Figura 2). La gamba avrà una forma a cilindro in tutte le sue prospettive e come spiegato in precedenza non dovrà assolutamente avere una forma conica (Figura 2). Con il piede messo a terra, e la punta della forbice rivolta verso il basso, taglio la parte esterna e la parte posteriore delle gambe; attenzione che se teniamo la gamba alzata per fare l’esterno e il dietro della gamba, c’è il rischio di non creare una gamba a cilindro e che si formi un gradino al livello del gomito. Per fare la parte interna e davanti della gamba, solleviamo il piede e lavoriamo con la zamba sollevata, entrando con la forbice nella direzione che va dal basso verso l’alto, e dal davanti verso l’interno. .
GAMBE POSTERIORI
Come per le gambe anteriori, con le forbici togliamo quel gradino formatosi nel punto dove abbiamo interrotto con la macchina. La direzione della punta delle forbici dovrà essere verso l’alto per iniziare a formare una leggera curvatura sopra la gamba. In questo punto, l’uso delle forbici curve vi darà un grosso aiuto. La parte superiore esterna della gamba dovrà essere fatta con la punta della forbice dritta rivolta verso l’alto, mentre la parte inferiore con la punta verso il basso. Anche le gambe posteriori devono essere in appiombo e risultare cilindriche a fine lavoro (Figura 3), pertanto sarà utile fare questo controllo guardando il cane da ogni direzione, controllando inoltre che nella parte interna della gamba, il pelo sia uniforme e parallelo alle due gambe. Le angolazioni delle gambe posteriori sono molto importanti, attualmente si possono vedere Barboni con innumerevoli tipi di angolazioni più o meno squadrate e comunque tutte corrette. Il consiglio che io do per questo tipo di taglio commerciale, è abbastanza tondeggiante, pertanto l’angolo lo formiamo sulla punta della natica. La parte superiore posteriore della gamba e sino alla piega della gamba, si taglia molto corto, digradando verso il garretto lasciando più lungo il pelo, questo per evidenziare l’angolazione. Per rifinire nel miglior modo la parte centrale delle cosce interne, solleviamo il cane tenendolo dalle gambe anteriori; si pettinerà in contropelo per andare a togliere le parti in eccesso.
CODA
Dopo aver fatto le rasature alla base della coda, si pettina tutto il pelo verso la punta della coda, si attorciglia il pelo in un senso e si taglia con un colpo netto, lasciando una certa quantità sufficiente a rendere la coda proporzionata con il pon pon della testa. Si scuote molto bene e si taglia arrotondando la base dandone una forma a palla o ovale se la coda è integra. Per una coda non portata correttamente, tagliare il pelo creando un pon pon che nasconda il difetto. (Figura 6)
TESTA
Tenendo molto bene con la mano sinistra il muso del cane, si pettina il pelo davanti verso la canna nasale; tenendo la forbice curva contraria inclinata verso il davanti si taglia appoggiandosi alla canna nasale seguendo una linea rotonda. Per effettuare le parti laterali del ciuffo sopra le guance, metterò la forbice curva orizzontale, mi appoggerò al massetere, e taglio dall’occhio all’attaccatura dell’orecchio. Continuerò questa ipotetica linea passando sopra le orecchie, e scendendo sino al garrese con la punta delle forbici sarà rivolta verso il dorso; si lascia il pelo molto abbondante per formare la rampa che va dal garrese al ciuffo della testa. Dopo aver creato la linea della base del ciuffo e della base della rampa del collo, andrò ad arrotondare la parte superiore del cranio. N.B.: le stesse dimensioni che avrà il pon pon della testa, dovranno essere circa le stesse del pon pon della coda e delle parte inferiore delle gambe.
RIFINITURA
Il Barbone dovrà avere una rifinitura perfetta, tanto che si definisce il risultato finale quasi velluto. Quando impostate la linea cercate di non perdere tempo nel fare direttamente la rifinitura. In effetti il consiglio che si può dare è di organizzare i tempi, imponetevi circa 30 minuti di tempo per la linea generale ed 30 minuti per la lisciatura del pelo; qui l’uso di una buona attrezzatura, e di una buona tecnica generale, farà la differenza.
Buon lavoro !


Acco Paola
Sommario :
L'importanza delle competizioni di toelettatura pag. 1
Prezzi ALTI o bassi? pag. 2
Il Barbone Particolor pag. 3
La toelettatura Barbone commerciale stile "Moderna" pag. 4
Proposta alle Aziende del settore... pag. 5
Polizze assicurative per i Soci pag. 6
Nuovi Aspiranti giudici pag. 7
Stage A.P.T. :
Calendario prossimi Stage pag. 8
99° Stage a Giarre (CT) pag. 9
Eventi di Toelettatura :
Romeo Grooming pag. 10
4 For Four 4 pag. 11
Master Show 2014 pag. 12


- 4 -