COMUNICATO

A tutti i soci, ai volontari e ai professionisti facenti parte della Associazione e a quanti, nei 27 anni trascorsi,hanno ruotato intorno ad essa va il nostro ringraziamento.
In questi tre anni di mandato Apt Non è rimasta a "guardare", ma si è attivata per il raggiungimento di finalità e progetti, che verranno illustrati l'8 Dicembre allo Stage di Vicenza, in modo da capire nel concreto come intendiamo portare avanti questi concetti.
Ci siamo impegnati a mantenere l'immagine, l'integrità e la dignità di un'associazione no profit formatasi nel 1991 da un gruppo di persone con scopi e passioni comuni.
In questi ultimi mesi abbiamo scelto di agire al di fuori del vortice che si è creato a causa di ideologie diverse per due motivi:uno perché sappiamo bene che quel che serve non è la competizione, ma lo studio profondo di una situazione delicata che se non affrontata nel modo giusto potrebbe portare ad un collasso della categoria.
Secondo motivo perché abbiamo voluto consultare legali ed esperti delle norme vigenti,valutando soluzioni ,proposte e collaborazioni.
Abbiamo tentato diverse strade ,quella politica,quella legale,sindacati ma nessuna soluzione aveva esiti positivi immediati.
L'unica strada da percorrere era comunque sotto i nostri occhi ,una legge esistente, la 4 /2013,che regolamenta le professioni non organizzate in ordini o collegi, la stessa legge definisce anche gli obblighi, il ruolo e l'importanza delle associazioni di categoria.
APT sarà l'unica associazione in Italia che opera in conformità alla legge 4/2013 e verrà inserita negli elenchi del Ministero dello sviluppo economico. Grazie a questo sarà rivalutata la professionalità dei soci iscritti e tutelati i diritti dei consumatori finali.
Nel prossimo anno il programma Apt porterà ad una continua collaborazione con Scivac, alcune valide scuole in Italia e sopratutto con un Ente Europeo settoriale di Accertamento delle Competenze.
Avremo una formazione propedeutica alle certificazioni supportati da strutture tecno-scientifiche.
In programma un nuovo regolamento interno che permetterà, a chi vorrà mettersi in gioco, di qualificarsi attraverso esami di specializzazione e ottenere così la possibilità di dimostrare le proprie capacità e perché no... diventare nuovi dimostratori Apt.
Apt si propone determinate finalità nei confronti dei soci stessi e cioè di: promuovere ogni tipo di attività,dalla crescita culturale, civile e umana alla ricerca etica e alla tutela Animale.
Detto questo mi sento di smentire una dichiarazione fatta nei nostri confronti e cioè: "Che Apt ha bisogno di essere risvegliata e svecchiata e che sta involvendo in un processo di lento esaurimento."
Penso che i risultati ottenuti parlino da soli e personalmente credo che questo tipo di giudizio serva solo per buttare fango e oscurare ciò che di più vero c'è.
Vi aspettiamo a Vicenza, saremo a vostra disposizione per rispondere a tutte le vostre domande.

Cosetta Raffaeli